Stampa su carta di Amalfi: qual è la tecnica migliore?

stampa su tela canvas
Stampa su tela canvas: come ottenere i risultati migliori sui quadri
Luglio 30, 2018
Partecipazioni carta di Amalfi

 

Come si stampa su carta di Amalfi? Meglio scrivere a mano, ricorrere alla stampa a getto d’inchiostro oppure alla laser? Seguici e scoprilo con Creative Lab!

Carta di Amalfi: la carta preziosa

Quando si parla di carta Amalfi ci si riferisce ad una delle carte più preziose e pregiate del mondo. Infatti, la carta Amalfi trova la sua origine intorno al XII sec. quando gli abitanti del territorio apprendono quest’arte dagli Arabi.

L’utilizzo della carta, rispetto alla pergamena, era di certo più pratico all’epoca. Gli Amalfitani avevano rapporti commerciali con tutti i popoli del Mediterraneo, che potevano essere gestiti meglio e con maggior semplicità con la carta. A differenza della pergamena, ottenuta mediante essiccazione della pelle, infatti, la carta di Amalfi era molto più leggera e comoda, oltre che risultare anche di più immediata lettura.

Per produrre la carta di Amalfi, i residenti utilizzavano stracci di cotone. Essi venivano sottoposti a battitura con dei magli di legno, mediante i quali i mastri riuscivano a spezzare le fibre del filato. Dopodiché il composto veniva macerato in acqua e dopo un buon periodo di tempo, gli stracci risultavano amalgamati col liquido.

In questo composto di acqua e fibre di cotone spezzate veniva immerso un telaio con una rete a maglie molto fitte. Mediante questo strumento si riuscivano a trattenere il composto solido, lasciando colare l’acqua. Il composto più solido veniva poi pressato e messo ad asciugare. Risultato dell’asciugatura è il foglio di carta Amalfi, sul quale, spicca sempre in filigrana, l’emblema del produttore.

Il tempo ha consentito di introdurre nel processo produttivo della carta di Amalfi macchine più leggere e meno faticose per i tecnici al lavoro, ma il procedimento resta il medesimo. Il risultato è una carta pregiata, di altissima qualità e molto versatile.

Stampa su carta di Amalfi: qual è la scelta migliore?

Le modalità di stampa su carta di Amalfi entrano in gioco quando essa si seleziona per realizzare le partecipazioni del proprio matrimonio o di un evento importante. Ormai, infatti, è raro affidare la trascrizione degli inviti ad un amanuense: si preferisce la stampa personalizzando i caratteri e i colori. Ma quale tecnica di stampa scegliere?

Molti suggeriscono la stampa su carta di Amalfi a getto d’inchiostro. Essa però può produrre sbavature e rovinare il foglio, con la conseguenza di dover acquistare altra carta, che resta fra le più costose sul mercato. Da prove eseguite da Creative Lab, la migliore stampa su carta di Amalfi si ottiene mediante stampante laser. La stampa laser su carta di Amalfi, infatti, risulta perfetta da ogni punto di vista.

I colori non vengono assorbiti dal foglio in maniera scorretta anzi appaiono stesi con precisione millimetrica e mantengono la giusta intensità di tonalità. I colori appaiono brillanti e anche quando il foglio si richiude su se stesso non imbrattano.

Adoperare la stampa laser su carta di Amalfi, quindi, risulta essere il modo più efficace per realizzare non solo partecipazioni di matrimonio, ma anche diplomi o corrispondenze di pregio, per sottolineare l’importanza del messaggio che si vuole inviare al destinatario.

 

 

Comments are closed.

WhatsApp chat WhatsApp!